Il nostro network: Guida Turistica Grosseto | Hotels e Alloggi a Grosseto
Lunedì 18 Novembre 2019
English

Booking.com

L'acqua sulfurea delle Terme di Saturnia nel borgo di Saturnia a due passi da Manciano

Manciano - Da millenni, l’acqua sulfurea di Terme di Saturnia sgorga dalle profondità della terra con un ritmo di oltre 500 litri al secondo, alla temperatura costante di 37,5°C.

Un’acqua unica al mondo, naturalmente potente, pura e ricca di sali minerali. Un dono della natura che dalla sorgente millenaria scorrendo alimenta le vasche delle Terme.

Le Terme di Saturnia sono tra le più estese d'Europa. Cinque piscine termali all’aperto, idromassaggi e percorsi vascolari ad acqua calda e fredda: una vasta riserva termale interamente dedicata al benessere. Qui ci si immerge nel tepore dei vapori sulfurei per godere dei benefici dell’idromassaggio termale. Cullato dall’acqua, naturalmente calda a 37,5° C e dai suoni della natura maremmana, il corpo si rilassa e la pelle si leviga naturalmente. L’esperienza può arricchirsi di trattamenti corpo e viso, rituali di bellezza e benessere o cure termali nell’adiacente Beauty Clinic. Il Bistrot e il Patio offrono colazioni, pranzi, merende e aperitivi a bordo piscina.

Rigenerarsi, prendersi cura del corpo e dello spirito, in un ambiente naturale tra i più belli in Italia.

La Maremma Toscana, con i suoi stabilimenti termali, i prestigiosi alberghi e i moderni centri benessere, è la meta ideale per una vacanza all’insegna del relax e del benessere. Terra sulfurea e di antichi vulcani, la maremma grossetana ospita molte sorgenti termali, dalle altezze del Monte Amiata fino alla pianura maremmana. Già gli Etruschi e i Romani, infatti, sapevano apprezzare le capacità curative delle acque sotterranee che sgorgano in Maremma, come testimoniano le antiche terme di Saturnia, Petriolo e Sorano. Da non dimenticare il moderno centro benessere terme Leopoldine presso Marina di Grosseto.

Le Terme di Saturnia consentono di vivere un’esperienza diversa, immergendosi nelle piscine alimentate da una sorgente di acqua calda a 38°C. . Il ruscello che scorre dalla sorgente termale, denominato torrente Gorello, forma le famose cascate del Mulino, situate fuori dall’antico borgo. Alla confluenza delle cascate nel fiume Stellata si trova una serie di vasche calcaree naturali: un luogo suggestivo, dove anche in pieno inverno è possibile liberamente fare il bagno e godere dei benefici dati dalle acque ricche di zolfo.

Non lontano, nel Comune di Sorano, una sorgente di acqua di tipo magnesiocalcico che sgorga a 37,5°C, alimenta le Terme di Sorano conosciute fin dall’antichità per le proprietà benefiche.

Molto note sono anche le Terme di Petriolo, al confine tra le province di Grosseto e Siena, le cui acque, tra le più sulfuree d’Italia, raggiungono i 42°C. Proprio l’alta concentrazione di zolfo e l’elevato calore garantisco ottimi effetti terapeutici per il sistema respiratorio. Chi preferisce un contatto diretto con la natura potrà immergersi nelle vasche naturali che si trovano all’interno di un rigoglioso bosco da dove è possibile gettare uno sguardo sui resti dell’antica struttura termale che si apre sull’ambiente circostante, con arcate a tutto sesto appoggiate su pilastri ottagonali.

[Fonte: Grosseto OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia


VIAGGIA NELL'ARTE, NEL GUSTO E NELLA NATURA A GROSSETO E IN MAREMMA